Zefiro Love Life - Armonia di Corpo, Mente, Spirito

Piazza Gerolamo Brandolini, 5
31030 - Cison di Valmarino TV

+39 344 2562 418
info@zefirolovelife.it

Hai mai sentito nessuno dire “In Lak’ech” or “In Lak’ech Ala K’in”?

Qualche volta lo puoi veder scritto: “In lak’esh” ma la forma corretta è “In Lak’ech”.

In Lak’ech Ala K’in è un saluto che deriva dalla saggezza dei Maya. Un’interpretazione più moderna definisce In Lak’ech Ala K’in come “TU SEI UN ALTRO ME” o “Io sono un altro te”. Tradizionalmente i Maya lo interpretano come “IO SONO TE, E TU SEI ME”.

La legge di “In Lak’ech Ala K’in” è un onorarsi l’un l’altro. E’ una dichiarazione di unità e unicità. Il suo significato esprime la stessa sacralità di altri saluti, come Namaste per l’India, Wiracocha per gli Inca, e Mitakuye Oyasin per i Lakota. Indipendentemente dalla cultura di provenienza, vi è un gesto in comune in questi saluti sacri: quello di portare le mani sul cuore.

In Lak’ech Ala K’in è molto più di un semplice saluto. In Lak’ech Ala K’in è un codice morale, è un modo per creare una realtà positiva per tutta la vita. Spiritualmente abbiamo l’obbligo morale di vivere il codice di In Lak’ech Ala K’in.

Cosa vuol dire che è un ‘codice morale’? Qual è il suo significato etico?

La scienza ha dimostrato e continua a farlo come ogni azione nella nostra vita influisca su tutti gli esseri viventi. Siamo consapevoli che agendo in modo negativo, il risultato delle nostre azioni avrà un impatto negativo sulla nostra vita. Mentre agendo positivamente avremo conseguenze positive.

Vivere il codice Maya di In Lak’ech Ala K’in, significa essere coscienti che ogni nostra azione è una forma di rispetto per tutte le forme di vita, e che stiamo vivendo e donando dai nostri cuori.

Possiamo donare i nostri cuori in modo positivo ogni giorno dicendo: In Lak ‘ ech Ala K’in agli altri, agli alberi, al cielo, agli uccelli e alle stelle. Possiamo salutare l’alba dicendo In Lak’ech Ala K’in. Questo ed ogni giorno che ci vengono donati sono sacri: possiamo essere riconoscenti dandogli il cuore.

Non dimentichiamoci che quando doniamo in questo modo, stiamo donando anche a noi stessi! Non stiamo dando la nostra energia a qualcosa di separato da noi. Lo stiamo dando ad un’altra parte di noi stessi!

Quando diamo, riceviamo. Ciò che ci accade, accade esattamente nel modo in cui è stato inviato. Se non ci piace quello che la vita ci sta inviando, guardiamo ciò che noi stiamo inviando alla vita.

Quando pratichiamo In Lak’ech Ala K’in, smettiamo di essere neutrali nel nostro mondo, perché ci rendiamo conto che siamo parte determinante di ciò che ci accade.

Che tipo di mondo vuoi? Lo Spirito aiuta coloro che aiutano se stessi. Spetta a noi.

In Lak’ech (Io sono te o tu sei me)

Tu sei l’altro me.

Se faccio del male te,

faccio del male a me stesso.

Se ti amo e ti rispetto,

amo e rispetto me stesso.

‘Pensamiento Serpentino’ Mayan-inspired poem, Luis Valdez

, , ,
Giulia Berti

Giulia Berti

La danzatrice di stelle. Sono Giulia, una sognatrice alla ricerca di me stessa, amante della vita ed incantata dalla natura. Amo meravigliarmi per le piccole cose e desidero rendere i miei sogni realtà.